Vicenza

LOU ANDREAS SALOMÉ

PDFStampaE-mail

Il gruppo di lettura di Appassionatamente: letture e scritture di Giardino Freudiano parte dalla letteratura come fonte inesauribile di riscoperta del piacere di imparare, occasione con cui si mette alla prova la propria curiosità intellettuale. Il confronto di idee e la riflessione aiutano a cogliere, a capire l’attualità. L’adesione al gruppo è aperta a quanti sono interessati.
Quest’anno 2017 – 2018 abbiamo elaborato, grazie ad un incontro felice, un programma in cui è presente il teatro, arte che inscena mondi, storie, personaggi, della letteratura ed altro donando loro sempre vita nuova: a volte la loro veridicità è forte come l’attualità. Così mentre ci chiedevamo in quale modo potevamo trattare l’argomento della violenza sulle donne, tragicamente così sempre presente nel nostro quotidiano, abbiamo rincontrato Lou Andreas Salomé nell’adattamento teatrale di “Mia sorella mia sposa” interpretato da Alter Ego, Compagnia F.I.T.A., regista Francesca Faccio.

 

L'OSPITE INATTESO - Due incontri di testimonianze

PDFStampaE-mail

Locandina 'L'ospite inatteso'Giardino Freudiano, in collaborazione con il Comune di Vicenza, organizza due incontri di testimonianze sui differenti modi di intendere e mettere in pratica l’accoglienza dello straniero e del diverso. I relatori ci racconteranno in quale modo l’esperienza di scambio può risultare feconda per entrambe le parti: chi ospita e chi viene ospitato, che a sua volta si dispone ad ospitare.
Si tratta di mettere al lavoro le competenze di ciascuno nella convinzione che lo sviluppo e il benessere sociale ed economico trovino le loro basi anche nello scambio e nell’integrazione. Per chi si occupa del mondo del lavoro non è un mistero che i narcisismi delle differenze siano di ostacolo ad una efficace organizzazione delle risorse umane: se ghettizzate e svalutate servono a mantenere l’altro in una posizione di dipendenza, se messe in gioco risultano vantaggiose per la comunità.

 

Tavola rotonda venerdì 11 novembre 2016 - “Storie antiche e nuovi vissuti: l’oltraggio della sessualità”

PDFStampaE-mail

Nell'ambito degli appuntamenti dedicati alla Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne, le associazioni culturali “Città delle donne” e “Giardino Freudiano” hanno organizzato due tavole rotonde aperte al pubblico.

Il prossimo incontro si svolgerà venerdì 11 novembre alle ore 20:45 a Vicenza presso il Time Café, in Contrà Mure Porta Nova 28 e tratterà tre diversi argomenti: gli anziani e la sessualità, le relazioni virtuali e le scelte legate all'identità sessuale.

   

Comunicato Stampa: SESSUALITA': tavola rotonda giovedì 27 ottobre 2016

PDFStampaE-mail

Nell'ambito degli appuntamenti dedicati alla Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne, le associazioni culturali “Città delle donne” e “Giardino Freudiano” organizzano due tavole rotonde, aperte al pubblico, sul tema della sessualità dal titolo: Storie antiche e nuovi vissuti: l’oltraggio della sessualità.

Il primo incontro si svolgerà giovedì 27 ottobre alle ore 20:45 a Vicenza in Contrà Mure Porta Nova 28.
I relatori Maria Concetta Pinto e Ettore Perrella, entrambi psicanalisti, affronteranno il tema della sessualità visto da diverse prospettive, mentre Roberta Vedovato, presidente di “Città delle Donne”, porterà testimonianza dell'attività svolta dall'associazione in favore delle donne.

A coordinare l'avvocato Mirta Corrà, da anni impegnata nell'ambito delle pari opportunità e discriminazioni.

 

Storie antiche e nuovi vissuti: l’oltraggio della sessualità

PDFStampaE-mail

Locandina oltraggio della sessualità

Le associazioni Città delle Donne e Giardino Freudiano invitano a due incontri sul tema della sessualità, visto da differenti prospettive.

La sessualità ha una storia antica quanto il genere umano; non a caso se ne trova traccia già nelle prime pagine di un libro antico quale il Vecchio Testamento.

Nella tradizione occidentale essa è intimamente legata al desiderio, spesso metaforizzato in figure più o meno vicine al Male. Al di là del terrore o del fascino che può evocare, il Male in questo caso evoca il pericolo mosso dal desiderio e attiva la messa in atto di misure protettive.

Non possiamo fare a meno di rilevare tali misure nella relazione tra i sessi che, fino alla metà del ‘900 in Europa e ancora oggi in alcune società, è stata e viene determinata dal credo religioso. Tuttavia l’affrancamento dalla religione non esaurisce i pregiudizi verso la sessualità neanche nell’attuale cultura occidentale, dove continua ad essere misconosciuta o abusata per essere sostanzialmente negata. Ci chiediamo quale sia la minaccia che essa evoca e rende così difficile viverla serenamente. Interroga altresì come il modo di concepire la sessualità imprima il suo modello alla relazione tra gli umani e al loro fare, evidenziando che esso non si limita all’ambito genitale e amoroso ma pervade la struttura del soggetto.

Gli incontri si tengono alle ore 20.45 presso il Time Café, Contrà Mure Porta Nova, 28 – Vicenza

 

   

Pagina 1 di 3

<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

PRIMO PIANO - Eventi

PRIMO PIANO - Pubblicazioni