Home

Bassano del Grappa - APPASSIONATAMENTE: LETTURE E SCRITTURE - Incontro con NINA NASILLI

PDFStampaE-mail

Incontro con NINA NASILLI e il suo libro di poesie "TÀŞIGHE!"

Mercoledì 5 dicembre 2018, ore 18:30

Caffè dei Libri - vicolo Gamba, 5 - Bassano del Grappa (VI)

Presentazione di Silvia Pilati

 

Info: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.giardinofreudiano.it

 

L'UOMO DI NESSUN COLORE

PDFStampaE-mail

 

 

Venerdì 23 febbraio alle ore 17.30 Giardino Freudiano presenta il libro L’uomo di nessun colore.
La vera storia dello Smemorato di Collegno
di Christine Dal Bon. Una persona non può essere
cancellata dalla perdita pubblica del proprio nome? È quello che è successo nella famosa vicenda
dello Smemorato di Collegno. Dopo dieci anni dalla sua scomparsa un uomo riappare, vaga per le
strade, non ricorda nulla della sua vita, della sua identità. Una foto sul giornale innesca una storia
drammatica, alimentata dall’opinione pubblica e opportunismi, che sarà ripresa anche in epoche
successive da scrittori, storici, intellettuali e da film non sempre rispettosi della persona in questione.


L’uomo di nessun colore. La vera storia dello Smemorato di Collegno è un’opera particolare,
si presenta come una lunga lettera autobiografica, scritta immaginariamente dalla signora Canella e
attraversata da testimonianze attentamente raccolte a partire da varie fonti: le sentenze dell’Archivio
di Stato, tutti i documenti custoditi dalla famiglia Canella, gli accadimenti storici che circondano la
vicenda. Il libro nasce parecchi anni fa da una perplessità rispetto alla perizia psichiatrica che era
stata richiesta dal tribunale per lo Smemorato di Collegno. Christine Dal Bon all’epoca lavorava
all’ospedale militare di Parigi nel reparto di psichiatria, dove curava casi di perdita di memoria
assieme a Marcel Czermak, psichiatra specializzato in perdita di identità. La lettura della perizia
lasciava molti dubbi sulle sue conclusioni, per cui Dal Bon contattava la famiglia Canella e
cominciava il percorso di una lunga ricerca della verità. Restano emblematiche le parole del
presidente della Cassazione Collagrosso che, in un colloquio concesso alla famiglia il 7 luglio 1947,
disse: «Si volle imbastire un romanzo, e ne risultò una tragedia».

Intervengono: l’autrice, Christine Dal Bon, psicoanalista a Roma, Julio Canella, nipote del Professor
Giulio Canella detto lo Smemorato di Collegno; coordina l’incontro Chiara Roverotto, giornalista.

L’incontro si tiene presso lo Spazio Galla, corso Palladio 11, a Vicenza. Ingresso libero.

 

comunicato stampa.pdf

l'uomo di nessun colore.pdf

programma 2024 giardino freudiano.pdf

 

FINESTRE, una nuova proposta di Giardino Freudiano

PDFStampaE-mail

Dopo un lungo tempo di sospensione dell’attività pubblica, Giardino Freudiano, mantenendo fede al suo approccio multidisciplinare alla cultura, propone alcune attività coinvolgendo i soci, “antiche” amicizie e nuove collaborazioni che svolgono la loro ricerca in ambito artistico, psicoanalitico, storico, culturale.

Giardino Freudiano, ricordando la funzione importante dell’incontro, in presenza e virtuale, utilizza il titolo di un libro di J. B. Pontalis: FINESTRE.

L’auspicio è quello di poter uscire dall’isolamento reale ed immaginario che la pandemia ha sottolineato in maniera radicale, e avvicinarsi al piacere della lettura, della riflessione, della chiacchierata che semina curiosità, della gioia di prendere a propria volta la penna in mano.

Era tutto un cercare possibili risposte, a cura dell’associazione culturale Artemis e del collettivo artistico Jennifer rosa. La prima finestra si apre con l’incontro, in presenza, sul libro testimonianza 'Era tutto un cercare possibili risposte', a cura dell’associazione culturale Artemis e del collettivo artistico Jennifer rosa.

I successivi incontri avranno luogo su piattaforma Zoom.

Qui di seguito il programma

 

   

HELP COVID-19 - SPORTELLO D’ASCOLTO

PDFStampaE-mail

Help Covid-19 - Giardino Freudiano

Per fronteggiare paure, ansie e disagi emotivi suscitati  dalla solitudine e dall’isolamento attuali.

Durante questa emergenza sanitaria le certezze che ci sostenevano sono  improvvisamente venute meno e il confronto con la realtà risulta prepotente e a volte privo di senso.

Giardino Freudiano, associazione culturale senza scopo di lucro,  non può esimersi dal mettere a disposizione il suo pool di professionisti che offrono la loro pratica a chi ha necessità di trovare ascolto per poter raccontare le paure, le angosce, le fatiche quotidiane, e le ansie per un futuro che si stenta ad immaginare.

Lo sportello di ascolto è gratuito.

Rispondono da diverse città esperti qualificati che operano in ambito psicologico, educativo, scolastico, familiare e sociale:

- PADOVA
Dott.ssa Patrizia Lupi;  Psicologa, Psicoterapeuta e Psicanalista
348 9282845  mar. 16.00-18.00 e ven.  10.00-12.00

- VICENZA
Dott.ssa Maria C. Pinto; Psicoterapeuta e Psicanalista 
347 8670103 mer. e gio. 10.00-12.00

Dott. Alfeo Foletto; Psicoterapeuta e Psicanalista 
348 7120376 mer. e ven. 16.00-18.00 (per persone anziane)

- BASSANO DEL GRAPPA
Dott.ssa Renata Barbieri; Pedagogista e Professional Counselor nella Relazione d’Aiuto
347 2460278  mer. 12.00-14.00

- BASSANO DEL GRAPPA
Dott.ssa Silvia Pilati; Counselor Filosofico Relazionale 
348 0841356 lun. 16.00-18.00

>> VISUALIZZA IL VOLANTINO <<

- PADOVA

Dott.ssa Patrizia Lupi Psicologa, Psicoterapeuta e Psicanalista

348 9282845  mar. 16.00-18.00 e ven.  10.00-12.00

- VICENZA

Dott.ssa Maria C. Pinto Psicoterapeuta e Psicanalista

347 8670103 mer. e gio. 10.00-12.00

Dott. Alfeo Foletto Psicoterapeuta e Psicanalista

348 7120376 mer. e ven. 16.00-18.00 (per persone anziane)

- BASSANO DEL GRAPPA

Dott.ssa Renata Barbieri Pedagogista e Professional Counselor nella Relazione d’Aiuto

347 2460278  mer. 12.00-14.00

- BASSANO DEL GRAPPA

Dott.ssa Silvia Pilati Counselor Filosofico Relazionale

348 0841356 lun. 16.00-18.00
 
PDFStampaE-mail

Giardino Freudiano è un laboratorio di lettura e scrittura, promuove la ricerca, lo studio e il confronto sulle teorie psicoanalitiche nell’intersezione con differenti ambiti del sapere e della cultura tra i quali la scienza e l’arte, che a vario titolo partecipano all’opera di civiltà.
Il lavoro psicoanalitico, lo studio, la scrittura, la ricerca quanto lo scambio ed il confronto, caratterizzano lo stile dell’Associazione. Le finalità si attuano attraverso l’organizzazione e la partecipazione a gruppi di studio, seminari, conferenze, convegni, pubblicazioni, presentazioni di libri, collaborazioni con associazioni ed enti nazionali e internazionali ed altre iniziative connesse con le finalità.
Le attività fondano Giardino Freudiano in quanto permettono di dare espressione al movimento psichico. Questo movimento si traduce anche nel criterio dell’itineranza: l’Associazione lavora in varie città tra le quali Padova, Vicenza e Bassano del Grappa.
Accogliere la provocazione che giunge dalla curiosità intellettuale per dare rilancio alla domanda che la sostiene indica la posizione etica di Giardino Freudiano. Lo scopo dell’Associazione è creare le condizioni perché ciascuno individui il suo percorso di ricerca e testimoni della propria elaborazione teorica. L’Associazione non ha fini di lucro.

   

Pagina 1 di 3

<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

PRIMO PIANO - Eventi

PRIMO PIANO - Pubblicazioni